San Giovanni, come la città celebra il suo patrono!

San Giovanni Battista è il patrono della città di Firenze e viene celebrato tutti gli anni il giorno 24 giugno. Numerose erano i modi di dire, le tradizioni e i riti scaramantici che nacquero proprio in relazione alla figura del santo, alcuni dei quali venivano attuati fin dal giorno precedente della festa. Avete mai sentito parlare dell'acqua di San Giovanni? La notte tra il 23 ed il 24 giugno si riteneva fosse una notte magica per i contadini. Il solstizio d'estate, da poco

Nasce a Firenze l'espressione "a occhio e croce"

Quando diciamo "a occhio e croce" vogliamo indicare una cosa fatta in maniera approssimativa e non precisa, ma come nasce questo modo di dire tutto fiorentino? Il proverbiale detto ha origini molto antiche che si legano al linguaggio delle tessitrici dell'Arte della Seta di Firenze. Quando durante il lavoro di tessitura si rompeva un filo le donne dovevano "rappezzarlo" subito, ripassavano con l'ago il filo rotto più volte ad occhio e poi lo disponevano su due verghe trasvers

LA 'ISFOLGORATA MAGNIFICENTIA' DEL FAZZOLETTO DA COLLO

Tutti conosciamo i magnifici abiti indossati dall'alta società del Quattrocento a Firenze: vesti sontuose, nuove di linee e di disegno che rivivono nei celebri ritratti del Ghirlandaio. Il ricco corredo splendente nei suoi colori e nei suoi ricami dei broccati, conta anche camice di lino e di seta lucchesina, cappelli di stoffe preziose o di perle e gemme, fasce d'oro e d'argento, oltre a fazzoletti di mussola di seta ricamati, con pizzi. A proposito di pizzi, la leggenda nar

L'oca non solo da mangiare...

L'utilizzo dell'oca a Firenze ha origini molto antiche, sia nel mondo gastronomico sia nel mondo dell'intrattenimento con l'omonimo gioco.