top of page
  • Immagine del redattoreTre passi per Firenze

Tre reliquari alle Cappelle Medicee #3

Questo reliquario di San Sigismondo è stato realizzato da Bernardo Holzmann, basato sul disegno di Foggini. L'argentiere austriaco riesce a decorare il manufatto con questo effetto naturalistico delle foglie di palma, come vediamo in alto, e manipola l’argento in maniera illusionistica fingendo che si stia accartocciando su sé stesso. L'artista riesce a lavorare l’argento in maniera morbida, riuscendo a trarre dal materiale tutte le sue potenzialità per creare un effetto naturalistico alle figure. Risulta evidente che l'aspetto importante non è più l'osso del santo, come usava dimostrare nel XVII secolo,

ma la scenografia, la rappresentazione del miracolo che è posta sopra una specie di palcoscenico. Qui Bernini ha insegnato molto! Ma la reliquia dov'è? la reliquia è relegata in quella minuscola teca in alto, quindi perde completamente il suo senso, non è più il reliquiario che ruota attorno alla reliquia, ma è solo l'episodio che viene ricordato dalla parte scultorea che diventa protagonista perdendo completamente il senso della sacralità.




Giovan Battista Foggini e Bernardo Holzmann (?), Reliquiario di San Sigismondo, 1719, Firenze, Basilica di San Lorenzo, Cappelle Medicee

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page